Programmatori Esperti

Si attendeva questo momento ormai da qualche mese e puntualmente è arrivato, pronto a scandire le prossime scelte in fatto di Web User Interface e di contenuti. Accade proprio oggi infatti, che i dati divulgati dal colosso americano delle ricerche, ma in questo momento non solo di quello, arrivino a confermare il trend che veniva fuori dagli ultimi mesi di analisi del web.

Oltre metà delle ricerche Google da smartphone

Le ricerche Google sono effettivamente arrivate ad essere attivate più da smartphone che da pc o comunque postazioni fisse. Durante la conferenza annuale Code/Mobile, organizzata da Recode, sono stati diffusi i dati di cui vi parliamo e che sinceramente hanno davvero dell’incredibile. Google attraverso il suo portavoce Amit Singhal, presente all’evento, ha messo in evidenza come vengano effettuate ben 100 miliardi di ricerche mensili e di queste più della metà sono effettuate su dispositivi mobili. Quello che impressiona però è che tra questi numeri non vengono conteggiati i tablet, questi fanno parte di un’altra categoria secondo Google, per cui la tendenza diventa ancora più marcata.

Già nel mese di maggio Google aveva fatto sapere di aver registrato tale svolta negli Stati Uniti e in nove altri paesi, compreso il Giappone. Il passaggio a smartphone e tablet di sempre più persone rappresenta una sfida, che costringe le aziende ad adattarsi al nuovo contesto. Il futuro quindi è ufficialmente mobile e di conseguenza le aziende italiane non possono far altro, che riadattare i propri siti web ormai datati ad un design decisamente più mobile-friendly. Ovvero quel design responsive di cui tanto parliamo e che da oggi in poi diventa la caratteristica primaria per i siti web del futuro.